Mercoledì, 26 Novembre 2014

Da Montella a Parigi, in Australia, le castagne Perrotta fanno il giro del mondo

Importanti eventi ed esportazioni per far conoscere a tutti la castagna del prete

Scritto da 

Dal ’91 ad oggi l’azienda Perrotta, oltre a trasformare e conservare le castagne in svariati modi, si è posta anche un altro obiettivo: far conoscere sempre di più altrove la castagna del prete, prodotto tipico dell’alta Irpinia, ottenuto dopo una particolare lavorazione e chiamato così in omaggio alla rinomata sapienza gastronomica dei preti irpini.


Sono nate così le partecipazioni a numerose fiere di settore nazionali ed estere, come, ad esempio, il Cibus di Parma o il SIAL di Parigi, proprio per provare ad esportare e far conoscere tale prodotto, e non solo, al di fuori del mercato locale. Tali eventi si sono mostrati anche come preziose occasioni per incontrare e confrontarsi con altre aziende, con un mercato più ampio, portandosi a casa tante nuove idee.

È anche grazie a tali fiere, infatti, che si deve la particolare attenzione della Perrotta alla presentazione dell’azienda, alla grafica, al packaging dei prodotti, poiché, di volta in volta, è aumentata la voglia di crescere sempre di più e di fare sempre meglio. Questi momenti “pubblici”, inoltre, favoriscono anche l’incontro con clienti nuovi e il rafforzarsi dei rapporti con quelli più affezionati: i tanti visitatori che, nei giorni dell’evento, circolano per i vari stand, infatti, sono molto incuriositi di conoscere dal vivo i nuovi prodotti, di gustare quelli tradizionali, creando così un importante interscambio da cui l’azienda attinge per dar vita a nuovi progetti, ricevendo nuovi stimoli.
Castagne Perrotta, come già detto, mira a far conoscere in tutta Italia prima, e all’estero poi, i propri prodotti, ed è proprio dalla ricerca continua di nuovi mercati che nascono le espansioni internazionali, sia in Europa che oltreoceano: Danimarca, Austria, Germania, Spagna, Australia, USA e Canada sono i Paesi dove arrivano i prodotti realizzati negli stabilimenti di Montella.

Quanto importante sia il contatto dal vivo con i propri clienti, poi, lo testimonia anche il fatto che Gigliola Perrotta apre con piacere le porte della propria azienda a chi è interessato a vedere da vicino i vari processi produttivi e, perché no, a degustare le ottime castagne, le creme, i cioccolatini e i biscotti. Proprio in questi giorni, poi, vi è un appuntamento che l’azienda vive con entusiasmo: ogni secondo weekend di novembre, in occasione della famosa Sagra della Castagna di Montella, molti sono i turisti e le scolaresche che giungono alla Perrotta per vedere da vicino l’azienda e vivere parte della lavorazione della castagna del prete.

 

Letto 1878 volte